Contattami
1000 caratteri rimanenti
Aggiungi file

L'ereditarietà negli uccelli

Quando acquistiamo un nuovo esemplare da inserire nel nostro allevamento, spesso ci limitiamo ad osservarlo prestando la sola attenzione ai colori, allo stato fisico, alla postura o al canto. Certamente sono le prime caratteristiche che ognuno di noi osserva con occhio attento prima di portare a casa un soggetto. Conoscere anche la storia dei genitori adottivi, iniziando dal numero  di prole generato, la quantità di uova depositate,  se i genitori hanno allevato la prole in coppia oppure è stata delegata solo la femmina, sono informazioni da non sottovalutare. Certamente non è facile reperire questo tipo di notizie, ma visto che la discendenza è molto simile ai genitori da cui proviene, vale sempre la pena di fare questo tipo di domande a chi cede il soggetto. Femmine che non covano, non allevano, ho addirittura non accennano minimamente a imbastire il nido, oggi secondo me sono sempre più frequenti.  Escludendo problemi fisici e patologici, a mia modesta esperienza ho potuto constatare che i caratteri ereditari legati alla riproduzione sono la base di successo nel nostro allevamento e incidono più  di un’alimentazione bilanciata e di un illuminazione adeguata.

Catturare gli uccelli in natura è indice di inciviltà  dove nessuno  può sentire il diritto di poterlo fare.